Scrivere organizzati 7


Se parlo di organizzazione del pensiero secondo un processo non lineare ma esteso come lo sono le mappe è perché io stesso ne sono un utilizzatore di questo metodo, come spero lo sarete un giorno anche voi. Questo metodo mi aiuta parecchio a ricordare cose di casa come per il lavoro. Più volte, mi sono reso conto di quanto gli appunti lineari non mi aiutassero per nulla. Purtroppo però il timore di lasciare un’abitudine, non solo consolidata, ma condivisa con gli altri si è trasformato in pigrizia e, per consolidata forma mentis, mi ritrovavo a prendere appunti in maniera inefficiente. Quando un giorno ho iniziato a scrivere storie di ha certa lunghezza e le pagine hanno cominciato ad accumularsi una sull’altra, dopo un po’ che scrive si dimentica. E se non si apre la pagina in cui è scritto quel passaggio che ho bisogno di rileggere, ricordare diventa molto complicato. Con una mappa invece, è tutto più semplice.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...