(Mrs. Olga) Troubled dinner


The cardinal surely thought he would look really good to Mrs. Olga’s eyes, stuck to the TV, with his rich pontifical ornaments. The extraordinary ceremony gown embedded with silk and contraptions of all kinds flaming in the sun. “The prince told me the other day that he was the happiest man in the world, which really made me sorry”. To top the happiness, all that was missing was the reaching of an agreement between the two personalities fighting within him, and the cardinal, who had not missed how important it was to go to war, was afraid the young man had already resigned himself to not making them collaborate. –Ah, I told you to leave me alone, you bitch. This, instead, was a voice coming from outside, ugly. About some things you can’t joke, but a couple lives in the house in front, mother and son, all in the head of one person. A young man who doesn’t seem quite normal, but that’s nothing once you hear him acting out a woman’s voice, choosing sentences that beat death each time. Shouting and swearwords in response Mrs. Olga, needless to say, immediately stopped following the clerical show on TV, a TV series about the perfection and antiquity of a family whose fabulous value was but a lost memory, to not miss a single line of the dialogue between a Swiss and a madman blinded by anger.

Il cardinale pensava di fare una gran bella figura sotto gli occhi della signora Olga, appiccicati al televisore, con i suoi ricchi ornamenti pontificali. La veste delle cerimonie straordinarie strafatta di seta e aggeggi fiammeggianti al sole. “Il principe mi ha detto l’altro giorno che era l’uomo più felice del mondo, cosa che mi ha fatto veramente dispiacere.” A completarne la felicità mancava il raggiungimento di un punto d’accordo tra le due personalità che se la stavano vedendo dentro di lui, e il cardinale, che non si era fatto sfuggire quanto fosse importante entrare in guerra, temeva che il giovane fosse già rassegnato a non farle collaborare. – Ah, ti ho detto di lasciarmi stare puttana che non sei altro. E questa invece era una voce che veniva dall’esterno, brutta. Su certe cose non si scherza, ma nella casa di fronte vive una coppia, madre e figlio, che è tuta nella testa di una sola persona. Un ragazzo che all’apparenza non sembra tanto normale, ma non è niente quando poi lo senti recitare la voce di una donna e si sceglie, da dirsi, frasi che tutte le volte lo urtano a morte. In risposta urla e bestemmie. La signora Olga, manco a dirlo, smise immediatamente di seguire quello che il convento passava alla televisione, un serie televisiva che raccontava la perfezione e l’antichità di una famiglia il cui valore favoloso non era che un antico ricordo, per non perdersi nemmeno una battuta di un dialogo tra una svizzera e un arrabbiato alla cieca.

One thought on “(Mrs. Olga) Troubled dinner

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...