(Mrs Olga) Drops


This morning I found a note on my door saying “I finally reached the empty space between the intolerable and the I-don’t-give-a-shit. I’ll be waiting for you there to get you.” A group of mumblers was waiting for me to define some details, about which I heard they are hiding the devil, for an urban design plan. I would have loved to go upstairs to Mrs. Olga, but a taxi had already got the taximeter running ahead to make it arrive early at the end of the fare. Then, in honor of the topic of the meeting, I had spent no less than 10 minutes carefully choosing the  combination of trousers, jacket and tie, I didn’t want to seem either too casual or scruffy. When I got back I found a second note below the morning one, saying “And you might not be interested, bureaucrat!” After having changed the clothes with others found at the bottom of the wardrobe, I went upstairs with a tool box. The wheeled octopus came to open, announcing to the whole stairway that I had finally bothered giving a shit about two poor wretches. Mrs. Olga was on the sofa, legs lifted on a pouf, immersed in the Sole 24 Ore. She lowered a corner of the newspaper and, without uttering a word, indicated the sink.

_______________________________________________________________

Questa mattina ho trovato  un biglietto attaccato alla mia  porta che diceva, Ho finalmente raggiunto lo spazio libero esistente tra l’intollerabile e il  me ne frego. Ti aspetto lì per farti la pelle. Un gruppo di biasciconi mi stava aspettando per definire alcuni dettagli, a proposito dei quali ho sentito dire che nascondono il diavolo, di un progetto d’arredo urbano. Avrei tanto voluto salire dalla signora Olga ma un taxi aveva già lanciato in avanti il tassametro per farlo arrivare in anticipo al termine della corsa. Eppoi, in onore del tema della riunione, avevo speso ben dieci minuti per scegliere con cura gli accostamenti di pantaloni, giacca e cravatta, non volevo sembrare troppo disinvolto o troppo sciatto. Al mio ritorno ho trovato un secondo biglietto sotto quello del mattino che recitava, E può darsi che a lei non interessa, burocrate! Dopo aver sostituito i vestiti con altri raccolti dal fondo dell’armadio sono salito con la valigetta degli attrezzi.  L’octopus con le ruote è venuta ad aprirmi annunciando all’intera scala che finalmente m’ero degnato di cagare due povere disgraziate. La signora Olga stava sul sofà con le gambe sollevate da un puff,  era immersa nel Sole 24 Ore. Ha sceso un angolo del giornale e senza proferire parola mi ha indicato il lavandino.

2 thoughts on “(Mrs Olga) Drops

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...