(Mrs. Olga) Mrs. Olga at play with the call girl model


Mrs. Olga and I live in a trapezoidal rectangle housing complex, we are on the long side forming the base, towards the acute angle. The courtyard is of poor stone, looking down there you feel embarrassed by such a bleak sight that some tenants have decided to put it right by combining some plants arranged in a circle in the center. Total absence of life. One of these tenants lives on the first floor in front of our stairs. She’s precisely stuck in the acute angle where the sun would have to protrude so much as to risk losing its balance. Mrs. Olga calls her a call girl model because she says that there is nothing more vulgar, not even a bitch, whore, slut, and so on. The call girl model, who’s name is Patty, receives only during the day, sometimes early in the morning, and if her new customers bump into Mrs. Olga they risk being sent to the fourth floor of our stairs, flat on the left, well marked ON-THE-LE-FT. It is recommended to pay no attention to appearances and pray that someone finally bonks the wheeled walrus that has taken possession of his/her daughter.

_______________________________________________________
La signora Olga ed io abitiamo in un complesso di case a forma di trapezio rettangolo, stiamo sul lato lungo che forma la base, spostati verso l’angolo acuto. Il cortile è di pietra scadente, a guardare giù c’è da sentirsi in imbarazzo per lo spettacolo tanto deprimente che alcuni condomini hanno deciso di rimediare unendo a cerchio  alcune piante sistemate nel centro.  Totale assenza di vita. Una di questi condomini vive al primo piano di fronte alla nostra scala. Lei sta proprio incastrata nell’angolo acuto dove il sole per battere dovrebbe sporgersi di tanto che rischierebbe di perdere l’equilibrio.  La signora Olga la chiama modella a ore perchè dice che più volgare di questo non c’è  niente, nemmeno puttana, battona, zoccola e via dicendo. La modella a ore,  che si chiama Patty, riceve solo di giorno,  qualche volta presto la mattina e se i suoi nuovi clienti incrociano la signora Olga rischiano di essere spediti al quarto piano della nostra scala,  appartamento a sinistra, scandito bene A SI NI STRA . Si raccomanda di non badare alle apparenze e prega che finalmente qualcuno trombi il tricheco a ruote che ha preso possesso di sua figlia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...